fiera_tartufo_mappaDomenica 15 e domenica 22 novembre San Sebastiano Curone si prepara a ricevere e accogliere gli amanti dei buoni sapori e coloro che vorranno scoprire le tante ricchezze del territorio.

Alla sua 32° edizione, la Fiera Nazionale del Tartufo di San Sebastiano Curone, continua ad essere l’appuntamento più atteso nelle Terre del Giarolo. Da anni ormai ci si impegna per far conoscere e apprezzare la produzione di gran qualità dei tartufi bianchi e neri delle Terre del Giarolo, che nulla hanno da invidiare ai cugini langaroli.

I prodotti enogastronomici verranno esaltati grazie alla presenza di oltre 160 banchi di eccellenze enogastronomiche con degustazione e vendita di vini, salumi, formaggi, tartufi, funghi, miele, birre artigianali, dolci, prodotti da forno e molto altro ancora sparsi lungo tutto il borgo e per le sue vie.

Per l’occasione le botteghe artigiane di Artinfiera apriranno straordinariamente presentando i propri lavori e valorizzando l’artigianato, la sperimentazione e la contaminazione artistica che le contraddistingue.

All’ora di pranzo con “A tavola con il tartufo”, iniziativa organizzata con gli albergatori, ristoranti e agriturismi del territorio, i visitatori potranno degustare un menù a base di tartufo bianco e nero, ingrediente della cucina locale, rivisitato nelle ricette tradizionali.

Nel pomeriggio della prima domenica si svolgerà, come tutti gli anni presso la SOMS, l’asta nazionale del tartufo: alla sua 29° edizione continua ad attirare buyer italiani e stranieri, appassionati, amanti ed intenditori del prezioso tubero.

La fiera proseguirà domenica 22 novembre, dove numerosi partecipanti si impegneranno nella gara nazionale di ricerca con tartufo bianco e proseguirà replicando “ A tavola con il tartufo”, presso gli agriturismi e i ristoranti della zona, ed altre iniziative.

L’evento vuole promuovere le tipicità enogastronomiche e artigianali a Km0, fornendo un’occasione di visibilità per i produttori e gli artigiani del territorio. Grazie alla manifestazione la comunità intera potrà esprimersi e far conoscere il proprio potenziale andando a valorizzare la storia e le tradizioni, assieme alle eccellenze, gli itinerari turistico-relazionali e le bellezze naturalistiche, culturali e storiche del territorio di questa piccola ma grande vallata.

Leave a Reply

Your email address will not be published.