Pieve Romanica di VolpedoPosizionato all’imbocco della Val Curone, Volpedo è uno dei borghi  più affascinanti che il Piemonte possa offrire, non a caso inserito  proprio nella lista dei più belli d’Italia. Antico e incastrato tra le colline allo sbocco del  torrente Curone; i visitatori, frequentandolo, potranno cogliere  l’atmosfera magica d’altri tempi che lo caratterizza. Per intenditori e  appassionati d’arte, Volpedo è conosciuta e ricordata per essere il  paese che ha dato i natali a Giuseppe Pellizza, nei cui quadri sono  riconoscibili le atmosfere rurali del borgo. Se siete amanti dell’arte  non potete non fare una sosta all’atelier del pittore che oggi, grazie  ad accurati lavori di restauro, ha ritrovato il suo aspetto originale e  la tonalità scura e calda di un terra di Siena, consuetudine nella  maggior parte degli atelier ottocenteschi.

Le stradine, caratterizzate da salite e discese, vi condurranno fino  alla piazza principale, dove potrete ammirare il palazzo municipale  risalente all’800 e al cui interno è custodito un busto raffigurante il  pittore Pellizza da Volpedo. Proseguendo lungo la via della chiesa  potrete giungere in Piazza Quarto Stato, così rinominata per rendere  omaggio al famoso quadro di Pellizza, è stata restaurata e riportata  alle sue condizioni originali, permettendovi di respirare appieno  l’atmosfera pellizziana.
Una tappa obbligatoria è riservata alla Pieve romanica dedicata a  San Pietro, pieve millenaria risalente al X secolo. Testimone del  periodo romanico che ha caratterizzato questo territorio, è una  bellezza architettonica da non perdere che deve il suo stato attuale  alla conservazione egregia di cui è oggetto e agli sforzi continui per  mantenerla in ottime condizioni.

Ma Volpedo non è solo arte e architettura: il piccolo borgo è ben conosciuto per le sue tradizioni locali, le ricette tipiche ma soprattutto per la sua produzione di pesche, fragole albicocche, mele e uva. Proprio la pesca, ogni anno viene celebrata con la rinomata sagra in grado di attirare amanti e curiosi degustatori del frutto dalle regioni limitrofe, complice la sua posizione geografica. Se vi trovate in zona nel periodo di luglio ritagliatevi un momento per fare un salto alla Festa della pesca di Volpedo che si svolge annualmente nell’ultima settimana di luglio.
Mentre a maggio è protagonista indiscussa la fragola, altro eccellente prodotto della zona, celebrata con la sagra a metà maggio con degustazioni di frutta, gelati e torte caserecce.

Mentre se vi trovate in zona il fine settimana ritagliatevi un momento per passare dall’Antico Mercato di Volpedo. Situato lungo la strada del sale, si svolge ogni sabato mattina e tutto il giorno, l’ultimo sabato del mese e troverete produzioni biologiche selezionate e realizzazioni dell’artigianato locale.
Caratteristica del mercato è la vendita a filiera corta: i prodotti sono venduti direttamente dai produttori prestando attenzione alla loro stagionalità e nel rispetto di un processo tradizionale.

Continuate a seguirci per scoprire le ricchezze della Val Curone!!

Photo Credit @Giacomo Turco

Leave a Reply

Your email address will not be published.